GIARDINO/ORTO MESE PER MESE: LUGLIO (seconda parte)

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” hundred_percent_height=”no” hundred_percent_height_scroll=”no” hundred_percent_height_center_content=”yes” equal_height_columns=”no” menu_anchor=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” status=”published” publish_date=”” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ video_mp4=”” video_webm=”” video_ogv=”” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” video_preview_image=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” margin_top=”” margin_bottom=”” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=””][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_3″ layout=”1_3″ spacing=”” center_content=”no” link=”” target=”_self” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_image_id=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” hover_type=”none” border_size=”0″ border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” border_radius=”” box_shadow=”no” dimension_box_shadow=”” box_shadow_blur=”0″ box_shadow_spread=”0″ box_shadow_color=”” box_shadow_style=”” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”no”][fusion_separator style_type=”none” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” sep_color=”” top_margin=”20px” bottom_margin=”20px” border_size=”1″ icon=”” icon_circle=”” icon_circle_color=”” width=”” alignment=”center” /][fusion_imageframe image_id=”5352|medium” max_width=”” style_type=”” blur=”” stylecolor=”” hover_type=”none” bordersize=”” bordercolor=”” borderradius=”” align=”none” lightbox=”no” gallery_id=”” lightbox_image=”” lightbox_image_id=”” alt=”” link=”” linktarget=”_self” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=””]https://millepiante.it/wp-content/uploads/2019/07/tagetes-1-225×300.jpg[/fusion_imageframe][fusion_separator style_type=”none” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” sep_color=”” top_margin=”20px” bottom_margin=”20px” border_size=”1″ icon=”” icon_circle=”” icon_circle_color=”” width=”” alignment=”center” /][fusion_imageframe image_id=”5353|medium” max_width=”” style_type=”” blur=”” stylecolor=”” hover_type=”none” bordersize=”” bordercolor=”” borderradius=”” align=”none” lightbox=”no” gallery_id=”” lightbox_image=”” lightbox_image_id=”” alt=”” link=”” linktarget=”_self” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=””]https://millepiante.it/wp-content/uploads/2019/07/irrigazione-1-225×300.jpg[/fusion_imageframe][fusion_separator style_type=”none” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” sep_color=”” top_margin=”20px” bottom_margin=”20px” border_size=”1″ icon=”” icon_circle=”” icon_circle_color=”” width=”” alignment=”center” /][fusion_imageframe image_id=”5354|medium” max_width=”” style_type=”” blur=”” stylecolor=”” hover_type=”none” bordersize=”” bordercolor=”” borderradius=”” align=”none” lightbox=”no” gallery_id=”” lightbox_image=”” lightbox_image_id=”” alt=”” link=”” linktarget=”_self” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=””]https://millepiante.it/wp-content/uploads/2019/07/frutteto-1-225×300.jpg[/fusion_imageframe][fusion_separator style_type=”none” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” sep_color=”” top_margin=”20px” bottom_margin=”20px” border_size=”1″ icon=”” icon_circle=”” icon_circle_color=”” width=”” alignment=”center” /][fusion_imageframe image_id=”5355|medium” max_width=”” style_type=”” blur=”” stylecolor=”” hover_type=”none” bordersize=”” bordercolor=”” borderradius=”” align=”none” lightbox=”no” gallery_id=”” lightbox_image=”” lightbox_image_id=”” alt=”” link=”” linktarget=”_self” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=””]https://millepiante.it/wp-content/uploads/2019/07/orto-2-225×300.jpg[/fusion_imageframe][/fusion_builder_column][fusion_builder_column type=”2_3″ layout=”2_3″ spacing=”” center_content=”no” link=”” target=”_self” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_image_id=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” hover_type=”none” border_size=”0″ border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” border_radius=”” box_shadow=”no” dimension_box_shadow=”” box_shadow_blur=”0″ box_shadow_spread=”0″ box_shadow_color=”” box_shadow_style=”” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”no”][fusion_text columns=”” column_min_width=”” column_spacing=”” rule_style=”default” rule_size=”” rule_color=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=””]

Erbacee perenni: trapiantare.

Tra le numerose erbacee perenni in fiore, ricordiamo quelle più diffuse e coltivare: il Phlox, che ama i terreni freschi, il Coreopsis dai grossi fiori gialli, l’Hemerocallis così generoso di fiori e di vegetazione, l’Eremurus, la Knipholia, la Saponaria con i suoi fiori rosati e dalle foglie frastagliate e la Liatris dai fiori violetti. Trapiantare le piantine seminate in giugno; cimare quelle che devono accestire così da formare dei cuscini. Porre un tutore alle piante più alte che fioriscono alla fine di agosto/inizio settembre e annaffiare secondo necessità facendo attenzione a non bagnare foglie e fiori. Mediante divisione possiamo moltiplicare: Arabis, Aubretia, Primula ed in questo mese si possono seminare: Aquilegia, Aster, Epimedium, Helleborus, Primula e Viola.

Le piante annuali e biennali.

Una volta sfioriti si devono esportare i fiori appassiti alle petunie, ai Tafetes e a tutte quelle specie che producono semi, in modo da favorire una fioritura abbondante e prolungata. È il momento di irrigare in abbondanza e, se necessario, intervenire anche tutte le sere perché questo è il mese più caldo. Si pongono a dimora Tagetes, Salvia, Zinnia e Petunia, ma potete seminare Bellis, Mysotis e Viola. Bisogna ricordarsi di togliere il primo bottone floreale al Chrysanthemum Williams perché produce un fiore irregolare.

Irrigare il prato.

La manutenzione del prato in luglio si limita alle tosature e alle irrigazioni perché, come in tutti i mesi asciutti, non è consigliabile effettuare concimazioni e trattamenti funghicidi. Prolungare gli intervalli tra una tosatura e l’altra perchè le scarse precipitazioni e il caldo cocente rallentano la crescita dell’erba rendendola più coriacea. Alzare di un centimetro il taglio per proteggere la base delle pianticelle dal sole troppo forte e dall’eccessiva traspirazione. Ricordarsi di far penetrare nel terreno l’acqua delle annaffiature per almeno 15/20cm, in modo da ricostruire la riserva idrica e favorire lo sviluppo delle radici verso il basso.

Vasche e laghetti: rabboccare acqua.

Nelle vasche compensare l’evaporazione con rabbocchi di acqua ed eliminare le alghe e le piante troppo fitte.
Orto in balconi e terrazzi. Prestare molta attenzione ai pomodori ed alle melanzane che avete in coltivazione, proteggendoli dal sole eccessivo e mantenendo il terreno ben umido. Se avete la possibilità piantate l’insalata ogni 20 giorni per averla continuamente.

Frutteto: asportare germogli alla base del fusto.

Asportare dai peschi le foglie che ombreggiano i frutti ed impediscono la loro maturazione. Dopo la raccolta dei frutti procedere alla potatura verde con tagli graduali: eliminare i rami lignificati dell’anno, quando raggiungono la grossezza di una matita, a 2cm dalla base e conservate le foglie sottostanti. Piegare i rami giovani così da avere un anticipo di produzione ed eventualmente diradare i frutti se troppo numerosi. Asportare da tutte le piante i germogli che nascono alla base del tronco e sotto il punto d’innesto; tagliare quindi i “succhioni” del melo e del pero che non producono frutta e sottraggono solo energia alla pianta. Cessare i trattamenti antiparassitari alle piante che hanno i frutti prossimi alla maturazione. Disporre dei sostegni sotto i rami troppo carichi di frutti per evitare rotture dovute all’eccessivo peso. Se tra le piante di fragola era stata sparsa della paglia, dopo la raccolta, va tolta per asportare anche eventuali parassiti e agenti patogeni. Raccogliere i frutti del Ribes nigrum e potare i rami che hanno fruttificato, tagliando i due terzi della loro lunghezza.

Orto: seminare.

Seminare in piena terra basilico, bietola, carota, cavolo cinese, cavolo verza, cicoria, endivia, fagiolino, lattuga, prezzemolo, rapa, ravanello, rucola, scarola, zucchino. Si possono trapiantare cavolfiore, cavolo broccolo e cappuccio autunnale, lattuga romana e porro. È possibile consociare due colture di cui una prenda il sopravvento. Piantare ben distanziate le specie vigorose come cardi, cavoli, carciofi, o cipolle, così da lasciare in un primo tempo colto spazio intorno ad esse. Questo spazio verrà occupato da specie di modesto sviluppo ma a rapida crescita (insalata, ravanello, fagilo nano) e, dopo la loro raccolta, sarà di nuovo disponibile per la coltura principale. Estrarre i bulbi di scalogno e disporlo stesi sul terreno a maturare: lasciare nel suolo quelli turgidi, distruggere quelli colpiti da malattie o parassiti ed iniziare a consumare quelli più molli. Raccogliere anche i getti teneri delle piante aromatiche: conservali essiccati, o sott’olio o nel congelatore.

Le piante da appartamento.

In linea generale per questo mese valgono le norme che avete seguito per il mese di giugno:
– Effettuare un trattamento antiparassitario preventivo: funghicida, insetticida e acaricida. Se vi sono foglie cosparse da una sostanza trasparente collosa, controllare bene perché probabilmente vi sono delle cocciniglie che provocano una sorta di “melata” ed indeboliscono le piante. Per i trattamenti è consigliabile usare prodotti biologici oppure portare all’aperto le piante da trattare e riportarle all’interno solo dopo alcuni giorni.
– Sospendere le concimazioni. Continuare le irrigazioni in modo da compensare l’aumentata traspirazione dovuta all’innalzamento della temperatura. Fare attenzione a non lasciare dell’acqua stagnante nei sottovasi perché potrebbe creare asfissia radicale e i’instaurarsi di eventuali malattie fungine. Non esporre le piante direttamente ai raggi solari ma porle comunque in una posizione luminosa. In caso di piogge trasferirle all’aperto, in posizione ombreggiata, anche per alcuni giorni.
– Si possono moltiplicare alcune piante con il metodo della margotta (Ficus, Dracaena, Dieffenbachia) o della talea fogliare (per la Saintpaulia si possono utilizzare le foglie intere verticali).
– Pulire e smuovere la superficie del terreno dei vasi che tenete su balconi e terrazzi, coprendoli con una pacciamatura a base di truciolato di corteccia, ghiaia e ciottoli.
– Somministrare un fertilizzante solubile alle piante da fiore e ombreggiare i vasi nelle ore più calde. Nel caso in cui andiate in vacanza per un lungo periodo, programmate l’installazione di un’impianto di irrigazione automatico.

Le felci: staccare i polloni.

Tagliare le fronde migliori delle felci per poterle poi riprodurre per spore e staccare le giovani piantine di pollone dalla madre.

[/fusion_text][fusion_button link=”https://millepiante.it/shop/” text_transform=”” title=”Guida a giardino e orto” target=”_self” link_attributes=”” alignment=”center” modal=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” color=”custom” button_gradient_top_color=”” button_gradient_bottom_color=”” button_gradient_top_color_hover=”#bebdbd” button_gradient_bottom_color_hover=”#bebdbd” accent_color=”” accent_hover_color=”#0b6532″ type=”” bevel_color=”” border_width=”” size=”” stretch=”default” shape=”” icon=”” icon_position=”left” icon_divider=”no” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=””]Per ulteriori informazioni visita il nostro shop con tutte le nostre pubblicazioni[/fusion_button][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]